Omaggio a Dante e Carlo Porta al Piccolo Teatro Studio

A mitaa strada de quell gran viacc…
Dante e Carlo Porta tra musiche e versi

un progetto di Biagio Scuderi
Drammaturgia di Sandro Lombardi e Fabrizio Sinisi
Voci recitanti Sandro Lombardi e Giovanni Crippa
Mezzosoprano Monica Bacelli
Pianoforte Orazio Sciortino
a cura di Federico Tiezzi
Musiche di Franz Schubert e Orazio Sciortino
Testi di Dante e Carlo Porta
Produzione Società del Quartetto di Milano in collaborazione con Compagnia Lombardi-Tiezzi
realizzata in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

A mitaa strada de quell gran viacc… Dante e Carlo Porta tra musiche e versi, è un progetto che intende celebrare da una parte i 700 anni dalla morte dell’autore della Divina Commedia, dall’altra i 200 anni dalla morte di Carlo Porta, eccellente poeta milanese artefice di una versione in vernacolo di alcuni canti dell’Inferno.

martedì 14, ore 19.30 | mercoledì 15, ore 20.30
Piccolo Teatro Studio
via Rivoli, 6 | Milano
< Aquista il biglietto >

Realizzata in collaborazione con Il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, fa parte di “Quartetto OFF”, un nuovo segmento di programmazione della Società del Quartetto di Milano che intende rimettere in discussione i confini tra i diversi generi musicali e tra le diverse discipline artistiche. «Gli illuminati come Boito e Ricordi che nel 1864 istituirono il Quartetto – afferma la Presidente Ilaria Borletti Buitoni – definirono le prime attività concertistiche nell’allora Regio Conservatorio come “esperimenti”. Ci è sembrato opportuno recuperare quella parola chiave e ricominciare a sperimentare».

Lo spettacolo, che andrà in scena proprio nel giorno in cui si celebra l’anniversario dantesco (14 settembre, replica il 15), prevede infatti un intreccio originale tra parole e musiche. «Quando ho immaginato questo progetto – afferma Biagio Scuderi, curatore di Quartetto OFF – ho da subito pensato a Federici Tiezzi e Sandro Lombardi come interlocutori privilegiati. Ho studiato gli allestimenti danteschi realizzati da Tiezzi, a cominciare da quelli al Fabbricone di Prato nel 1989, e ho capito che nessuno meglio di lui avrebbe potuto impaginare questa serata».

In scena dunque Sandro Lombardi, per dar voce ai testi danteschi, e Giovanni Crippa per le traduzioni firmate da Carlo Porta. Accanto a loro il mezzosoprano Monica Bacelli e il pianista Orazio Sciortino per un raffinato contrappunto musicale che ripercorrerà i momenti più significativi della “Winterreise” di Schubert. Le inquietudini di Dante nella sua discesa agl’Inferi e quelle del Wanderer nel suo “Viaggio d’inverno” possono trovare requie solo grazie allo splendore del canto e della musica. Per l’occasione verrà inoltre eseguito in prima assoluta un nuovo brano composto da Orazio Sciortino dal titolo Un dì si venne a me Malinconia per voce e pianoforte.